Home / Secondi Piatti / Cucinare il baccalà in umido: i nostri consigli

Cucinare il baccalà in umido: i nostri consigli

Cucinare il baccalà in umido è un’arte, che imparerete a padroneggiare grazie ai nostri suggerimenti.

Cucinare il baccalà in umido – Gli ingredienti (per due persone)

  • 400 gr di baccalà (tagliato a filetti)
  • 1 cipolla
  • 100 gr olive nere denocciolate
  • 1 confezione di pelato in polpa (io utilizzo la metti)
  • sale e pepe q. b.
  • peperoncino
  • olio evo
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 dado

 

Cucinare il baccalà in umido – Preparazione

Cucinare il baccalà in umido: i nostri consigli IMG 3620 300x225
il soffritto…

Iniziamo con il pulire e tritare finemente la cipolla, una volta effettuato questo lavoro la verseremo in un padella con dell’olio d’oliva e facciamo cuocere finché non sarà appassita (qualora fosse di vostro gradimento potreste aggiungere un dado vegetale).

Cucinare il baccalà in umido: i nostri consigli IMG 3621 300x225
il baccalà in padella

A questo punto uniamo il peperoncino (intero o tagliato a pezzetti o se preferite potrete usare l’olio con il peperoncino)  le olive nere denocciolate, quindi il pesce (tagliato a pezzi grossi, avendo cura di non togliere la pelle, altrimenti rischieremo di romperlo in cottura)

Cucinare il baccalà in umido: i nostri consigli IMG 3622 225x300
Sfumare col vino bianco, anche se non d’annata, andrà bene comunque 🙂

Fate rosolare il tutto. Sfumate con il vino bianco. Salate. In ultimo uniamo i pomodori pelati.

Cucinare il baccalà in umido: i nostri consigli IMG 3623 300x225
in cottura…

Adesso dovremmo cuocere il nostro pesce finché il sugo si non sarà ristretto e avrà preso tutti i profumi. Tempo stimato 20 minuti circa.

(Nb. Attenzione alle spine anche se sono abbastanza grandi.)

Servite con del pane ed i vostri commensali si leccheranno le dita!!!

Cucinare il baccalà in umido: i nostri consigli IMG 3626 300x225
A Tavola!

N.B. non è la prima volta che parliamo di pesce, ricordate il nostro Ragù di mare ? e, sappiate, che volendo, esiste un’interessante variante con olive e capperi!