Home / Secondi Piatti / Tabuleh di amaranto con pomodorini e cipollotti, vegan ma con stile

Tabuleh di amaranto con pomodorini e cipollotti, vegan ma con stile

Tabuleh di amaranto con pomodorini e cipollotti è un piatto che si rifà alla cucina medio orientale , solitamente fatto con il grano spezzato chiamato anche bulgur. In questa versione, utilizzeremo l’amaranto, una altro cereale della tradizione andina come la quinoa. L’amaranto è completamente privo di glutine in modo naturale e per questo è particolarmente adatto a chi soffre di celiachia, ma non solo. Esso è molto ricco di fibre, facilmente digeribile ed utile per chi soffre di problemi intestinali ed è adatto anche all’alimentazione di bambini piccoli e anziani. Questo piatto è vegano, per cui privo di alimenti di origine animale.

Tabuleh di amaranto con pomodorini e cipollotti, vegan ma con stile tabuleh amaranto low

Tabuleh di amaranto con pomodorini e cipollotti

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 g Amaranto
  • 600 ml Mamma di brodo vegetale (possiamo servirci dei dadi oppure farlo noi stessi  mettendo a bollire in una pentola  sedano, carote, cipolla, patate)
  • 300 g pomodorini datterin
  • 1 Cipollotto
  • 1 mazzetto prezzemolo
  • 1 mazzetto Menta
  • olio extravergine d’oliva, sale, pepe a nostro gusto

Come per la Quinoa, l’amaranto ha un sapore che alcuni palati risulta forte e pregnate. Per questo consiglio sempre di lavarlo, oltre che per eliminare eventuali sporcizie. Metteelo a cuocere col brodo ed un cucchiaio di sale, fino a completo assorbimento del liquido. Consiglio di far arrivare a bollore il brodo a fuoco vivo, per poi abbassare e coprire con un coperchio. più o meno sarà richiesta una mezz’ora.

Mentre cuoce, preparate il condimento. Lavate e mondate verdure ed erbe, asciugatele bene. Tritate finemente  menta e prezzemolo, affettate finemente il cipollotto e tagliate i pomodori a pezzi. Quando l’amaranto sarà cotto, uniamo gli ingredenti, prima le erbe e dopo il pomodoro e il cipollotto. Condite con qualche cucchiaio d’olio extravergine d’oliva condite con qualche cucchiaio d’olio e una spolverata di pepe. Mescolate con cura. Possiamo consumarla subito ancora calda, oppure servirla  a temperatura ambiente. Una delizia semplice, provare per credere!